michela
prando

Chi sono

Ho il desiderio di un teatro che racconti emozioni, storie, che indaghi la realtà che ci circonda e che la rilegga in tutti i suoi aspetti. Una drammaturgia che nasce dall’incontro con le persone, dalle relazioni, dall’ascolto, dall’indagine quotidiana per trasferire sulla scena la testimonianza di chi vive. Amo osservare la realtà che mi circonda, amo, come tanti artisti, il contenuto prima del virtuosismo. Lasciamoci sedurre dalla bellezza in cui viviamo.
Michela Prando, classe 1977, vicentina d’origine e sommese d’adozione. Attrice, ricercatrice, autrice, inizia a fare teatro fin da piccola nella sua stanza e a raccontar storie ai suoi giocattoli. Ama il cartone animato “Il grande sogno di Maya” che diventa anche il suo. Ama il teatro di narrazione e d’indagine: un teatro a metà fra la denuncia e la risata, fra il pensiero e la comicità. Il teatro e il sociale sono i suoi due ambiti che trovano unione in spettacoli come “Lo spazio bianco” letture e monologhi sul tema della violenza sulle donne, tema che porta avanti a partire da una tesina fatta per l’esame di terza media su “Le donne nella Resistenza”. Ultima produzione di teatro sociale “Vite vincenti, il Cortile dei giochi” sul gioco d’azzardo patologico, una produzione cooperativa L’Aquilone per il Progetto Gap 2.0 Regione Lombardia, dove si occupa della drammaturgia e della Regia. Inizia la sua formazione teatrale a 23 anni presso il Centro di Ricerche Teatrali di Fagnano Olona (Va) diplomandosi in “Educazione alla teatralità e “Commedia dell’Arte”. Studia poi Regia e Drammaturgia teatrale presso la Comuna Baires di Milano con Renzo Casali. Approfondisce gli studi teatrali con Emma Dante, Maddalena Trani e Sandra Passariello. Partecipa a formazioni con l’Odin Teatret e i Bread and Puppet  realizzando uno spettacolo presso il CRT di Milano. Successivamente si innamora del teatro comico/civile e del clown e lo approfondisce studiando con diversi professionisti quali Andrea Kemmerle, Alessio Targioni, Diego Draghi, Dario Lewin, Gunter Klingler. Approfondisce gli studi di drammaturgia con Alessandra Rossi Ghiglione.

Spettacoli

Quello che succede ogni giorno non trovatelo naturale. Di nulla sia detto: "è naturale" così che nulla valga come cosa immutabile.
Bertold Brecht
Far spettacoli mi da la possibilità di incontrare le persone e le persone hanno sempre storie da raccontare. Non bisogna andare lontano per cercare storie, queste incrociano la nostra strada tutti i giorni basta ascoltarle e trasformale in spettacolo. Amo diverse tecniche dalla narrazione, al clown alle bolle di sapone e mi piace mischiarle come ingredienti per dare sempre forme nuove ai miei spettacoli.

Teatro ragazzi

“L’attore deve fare il gioco della verità: più è se stesso, colto in delitto di flagrante debolezza, più fa ridere”
Jacques Lecoq
Nel 2008 inizia la mia collaborazione con Arteatro di Cazzago Brabbia partecipando con lo spettacolo “La Giostra disubbidiente” Regia Chicco Colombo al “Festival nazionale di teatro per bambini” presso il Teatro condominio di Gallarate. Sempre sotto la Regia di Chicco Colombo sono attrice ed animatrice di figure per lo spettacolo “Mistero in Fattoria” debutto nel 2008 presso il “Piccolo Teatro di Cazzago Brabbia” regia Enrico Colombo – all’attivo numerose repliche presso il teatro di Bergamo, Brescia, Varese, Teatro di Monza. Fare spettacoli per bambini è molto difficile. I bambini sono onesti, non come gli adulti a cui se non piace uno spettacolo si addormentano ma alla fine applaudono. I bambini no! Hai i loro sguardi complici se gli piace veramente... E per questo che amo far spettacoli per loro.

Laboratori, il teatro sociale

“Bisogna lavorare con cura, un po’ per giorno, pensando sempre alla bellezza”
Vittoria Guerrini, in arte Cristina Campo
(Bologna 1923, Roma 1977)
Il centro di tutti i corsi è la persona. Il teatro è un’occasione per scoprire il proprio corpo, la propria voce, la propria voglia di raccontare storie. Mettendosi in gioco… ascoltando, guardando e sentendo ciò che ci sta accanto e che spesso per troppa velocità non sentiamo più. Il teatro è una pausa. Il teatro è emozione, fatica, sudore, bellezza. Ho lavorato in numerose scuole di ogni ordine e grado mettendo in scena più di 100 spettacoli. Ogni persona piccola o grande deve sentirsi libera e a proprio agio nel laboratorio scegliendo cosa fare. Se 10 piccoli bimbi delle materne vorranno fare Cappuccetto Rosso bene, in scena ci saranno 10 Cappuccetti! E se altri 15 vogliono fare il Lupo, bene in scena ci saranno 15 lupi...

Calendario

Spettacoli
25 novembre ore 21 "Lo spazio bianco" presso Biblioteca Civica Via dei Mille 5 Angera
2 dicembre ore 21 "Proxima estacion esperanca" Villa Truffini Tradate
10 dicembre ore 10.30 "Proxima estacion esperanca" presso Istituto Marie Curie di Tradate
22 dicembre "Natale in bolla" presso Scuola inglese di Varese

Laboratori
Tutte le settimane
Martedi ore 17.30 Piccole Storie teatro per bambini 6/12 anni Via XXV aprile Somma Lombardo
Giovedi ore 14:15 presso il Liceo Manzoni di Varese "La compagnia del viaggio" Laboratorio di teatro per adolescenti
Mercoledi ore 21 "Genitori in gioco" Laboratorio di teatro per adulti Via Leopardi 28/A Corgeno di Vergiate
Mercoledì ore 14 Piccole storie Laboratorio teatrale presso scuola elementare di Sant'Alessandro Castronno

Con Centro Dinamicamente
Martedi ore 16 il Banco vuoto
Martedi ore 19 Emozioni in gioco
Venerdi ore 16 Laboratorio creativo per adolescenti
Co-conduzione Dott.ssa Malacrida Marta Psicologa e Psicoterapeuta

Contatti

Michela Prando
393/9740565
Somma Lombardo, Varese
michela.prando@michelaprando.it